Dintorni

Roma
29 Camere
Colazione

Casa San Giuseppe

Casa San Giuseppe si trova nel cuore di Trastevere, uno dei più antichi rioni di Roma situato sulla riva ovest del fiume Tevere, nella parte opposta al nucleo originario dell’antica città. Per questo infatti gli antichi romani chiamavano questa zona “trans Tiberim”, ovvero “al di là del Tevere”. Oggi Trastevere fa parte del centro storico di Roma ed è una delle zone più caratteristiche della città grazie ai suoi vicoli e le bellissime piazzette, oltre ai tanti locali che di notte trasformano il quartiere in uno dei punti di riferimento della vita notturna romana.
Vi sono tantissime cose da fare o vedere a Trastevere, di seguito leggerete qualche consiglio..

Basilica di Santa Maria in Trastevere Potete cominciare con una bella passeggiata tra i vicoli del rione, vi ritroverete presto nel cuore di Trastevere: a piazza Santa Maria in Trastevere. Qui sorge una delle prime chiese di Roma, fondata nel 200 d.C., famosissima per la sua facciata decorata con dei mosaici che di giorno riflettono la luce del sole e colorano d’oro tutta la piazza. Al centro della piazza c’è la fontana più antica della città, decorata con facce di lupi che gettano acqua.

 

Museo di Roma in Trastevere A pochi passi da piazza Santa Maria in Trastevere, a piazza di Sant’Egidio, c’è il Museo di Roma. Se siete interessati alle atmosfere della Roma Eterna ottocentesca, quella delle poesie di Trilussa o di Rugantino, questo posto fa per voi. Il museo è ricco di reperti dell’epoca, tra cui segnaliamo i quadri del pittore Ettore Roesler Franz e una parte dello studio del poeta Trilussa.

 

Piazza Trilussa A proposito di Trilussa, a lui è dedicata una delle più famose piazze del quartiere: piazza Trilussa, davanti a ponte Sisto. Qui oltre a un monumento dedicato al poeta c’è anche una bellissima fontana del ‘600, circondata dai gradini di una grande scalinata che di notte diventano un vivace punto di ritrovo di tantissimi giovani.

Piazza di San Calisto Anche piazza di San Calisto è una delle mete favorite della vita notturna. Davanti alla chiesa e al palazzo dedicato al papa Calisto I, che vi consigliamo di visitare, c’è uno dei bar più famosi della città: il Bar San Calisto. Nel weekend questa piazzetta diventa affollatissima!

 

Biscottificio Innocenti Come nelle stradine di Trastevere, il tempo sembra essersi fermato anche nel Biscottificio Innocenti (via della Luce 21). Questo forno, nato a inizio ‘900, è infatti arredato con uno stile anni 50, e anche i prodotti sfornati sono molto tradizionali. I biscotti sono buonissimi (prendete assolutamente i famosi “Brutti ma buoni”), e anche la parte salata, come quella delle pizzette, vale davvero la pena.

 

Freni e Frizioni Freni e Frizioni è uno dei punti di riferimento per l’aperitivo a Roma, ma è anche un ottimo locale per trascorrere la serata dopo cena. Il locale si trova a via Politeama 4/6, dietro Piazza Trilussa, e in passato era un’officina di biciclette di cui conserva ancora l’arredamento abbastanza retrò. Consigliamo di provare il buffet, sempre vegetariano (insalate di pasta, cous cous, risi, ecc…), con cui potete accompagnare una buona scelta di vini, birre e soprattutto cocktail, nell’atmosfera accogliente di uno dei più bei quartieri di tutta la città.

 

Fontana dell’Acqua Paola La fontana (o fontanone) dell’Acqua Paola si trova nel punto in cui la via Garibaldi raggiunge la sommità del Gianicolo, poco prima di porta San Pancrazio. Si tratta della mostra terminale dell’acquedotto dell’”Acqua Paola”, ripristinato tra il 1608 e il 1610 da papa Paolo V. È il “fontanone” a cui fa riferimento Antonello Venditti nella canzone “Roma Capoccia”. Commissionata a Giovanni Fontana, che la realizzò tra il 1611 e il 1612 con la collaborazione di Flaminio Ponzio, la mostra terminale del nuovo acquedotto ricalca molto da vicino il progetto della fontana dell’Acqua Felice, la mostra voluta da papa Sisto V, realizzata nel 1587 dallo stesso Giovanni Fontana.

 

Gianicolo È un colle romano che rappresenta uno dei luoghi più suggestivi di Trastevere. Rinomato soprattutto per la terrazza da cui è possibile ammirare tutta la città. In cima al colle (praticamente sotto la statua di Garibaldi) è posto dal 24 gennaio 1904 un cannone che spara, a salve, a mezzogiorno in punto. Lo sparo, nei rari giorni in cui la città è meno rumorosa (particolarmente la domenica, o d’agosto), si può sentire fino all’Esquilino.

 

Convento di San Pietro in Montorio Non lontano dal Gianicolo troviamo il complesso architettonico del Convento di San Pietro in Montorio al cui interno si erge il cosiddetto “Tempietto del Bramante” o “Tempietto di San Pietro in Montorio”, una delle più affascinanti architetture rinascimentali di Roma. La costruzione del tempio fu voluta dal Re di Spagna e commissionata a Bramante, per sciogliere un voto fatto in seguito alla prematura morte del figlio primogenito, nel 1497. Il luogo di costruzione fu quello dove, secondo la tradizione, venne ucciso San Pietro. Il progetto del tempio si fa presumibilmente risalire al 1502, ma altri studi ritengo che fosse il 1510, corrispondente cioè al periodo più significativo della produzione artistica del Bramante.

 

Villa Farnesina è un edificio storico di Roma, oggi sede dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Si trova su via della Lungara ed è uno degli edifici rappresentativi dell’architettura rinascimentale del primo Cinquecento. Progettata da Baldassarre Peruzzi fu il prototipo della villa suburbana romana e la sua realizzazione ebbe notevole risonanza, anche perché a partire dal 1511, completate le murature, la residenza fu affrescata secondo un programma iconografico di straordinaria ampiezza affidato ai più grandi artisti del periodo: lo stesso Peruzzi, Sebastiano del Piombo, Raffaello Sanzio e la sua scuola (compreso Giulio Romano) e Il Sodoma. L’edificio, su due piani, ha una innovativa pianta a ferro di cavallo, che si apre verso il giardino con due ali tra cui è posta una loggia situata nel piano terreno e composta da cinque archi che sono attualmente chiusi da vetrate protettive; soluzione questa necessaria per la salvaguardia degli affreschi, che tuttavia ha alterato la percezione di vuoti e pieni.

Ristorante Zi Marietta dal 1956 è una trattoria con cucina tipica romana in Via di Santa Dorotea. Genuinità dei prodotti e ambiente familiare al primo posto, cortesia e simpatia sono altri ingredienti della ricetta che fa di Zi Marietta una delle realtà eno-gastronomiche più apprezzabili di Trastevere.
Nel menù del ristorante troverete tutte le tipiche pietanze romane, dalle paste più celebri come l’amatriciana, i tonnarelli cacio e pepe o la carbonara, fino agli abbacchi e alle ricette storiche.

HAI UNA DOMANDA?

Non esitate a contattarci!